Come fare meditazione camminando

Come fare meditazione camminando

La mente può andare in mille direzioni.

Ma su questo bellissimo sentiero, cammino in pace.

Ad ogni passo, soffia un leggero vento.

Ad ogni passo, un fiore sboccia.

-Che Nhat Hanh

La meditazione non è solo stare seduti in silenzio. Si tratta di permetterti di diventare tutt’uno con il momento.

Quando mediti, non sei nel passato, nel futuro o perso nei tuoi pensieri;

sei davanti e al centro nel momento, permettendo alla tua energia di mescolarsi con l’energia di adesso.

Immagina tutto il tuo essere come una palla di energia.

Ogni volta che pensi a qualcosa, rifletti su qualcosa o ti perdi nei pensieri di ieri o di domani, la tua energia viene tirata in molte direzioni.

Questa bella sfera di energia che diventa allungata, che perde e si disperde.

Ma se riunisci tutta la tua energia concentrandoti sul presente, sul qui e sull’ora, entri nel tuo potere più vero e nella tua forma più forte.

E da questo luogo si possono trovare le migliori soluzioni e le più grandi ispirazioni.

Permettere a te stesso di diventare tutt’uno con il momento è anche molto rilassante e ha infiniti benefici per la tua mente, corpo e anima.

Molte persone pensano che per meditare bisogna sedersi in silenzio con una mente chiara.

Mentre questo è un modo per meditare, non è l’unico modo per meditare.

Mentre la meditazione può essere portata in tutti gli aspetti della tua vita, un’altra grande pratica è una meditazione ambulante.

Meditare camminando richiede di diventare un tutt’uno con il momento ma anche un tutt’uno con la Terra.

Quando metti ogni piede a terra, lo stai facendo coscientemente e con amore.

Mentre cammini, diventi un osservatore di ciò che ti circonda e assumi qualunque cosa ti attiri ogni momento.

Molto spesso quando camminiamo, la nostra mente è altrove.

Siamo ansiosi di arrivare a destinazione o pensiamo a 100 cose diverse che ci portano fuori dal momento presente.

In una meditazione ambulante, il compito è diventare completamente presenti.

Lasciare andare tutti i pensieri e permettere semplicemente alla tua energia di fondersi con la natura che ti circonda.

Mentre fai ogni passo, ti stai permettendo di osservare i luoghi e gli odori intorno a te.

Ti stai permettendo di rallentare, di vedere e sentire ciò che è veramente di fronte a te.

Questo evoca un senso di compassione e connessione, non solo con te stesso ma con l’unità intorno a te.

Il monaco buddista e un praticante di meditazione ambulante, dice Thich Nhat Hanh-

Puoi fare un passo e toccare la terra in modo tale da stabilirti nel momento presente; arriverai nel qui e nell’ora.

Non è necessario fare alcuno sforzo. Il tuo piede tocca la terra con consapevolezza e arrivi saldamente nel qui e nell’ora.

E improvvisamente sei libero, libero da tutti i progetti, tutte le preoccupazioni, tutte le aspettative.

Sei pienamente presente, pienamente vivo e stai toccando la terra.

Camminando in questo modo, crea una libertà, una pace e una calma che possono permetterti di essere più produttivo, più creativo e più allineato quando devi fare un passo indietro nel mondo reale.

Se desideri provare una meditazione ambulante, ecco come iniziare:

Per i migliori risultati, si consiglia di farlo ogni giorno per almeno 10-20 minuti. Sentiti libero di portare anche i tuoi amici a quattro zampe!

1.) Inizia scegliendo un percorso, da qualche parte nella natura funziona meglio, ma se devi fare passeggiate in città va bene lo stesso.

Man mano che ti senti più a tuo agio con la pratica, puoi anche camminare liberamente e dove il tuo cuore vuole portarti, ma iniziare, avere un percorso può aiutare.

2.) Mentre metti il ​​primo piede a terra, pronuncia un silenzioso “grazie” a te stesso e inizia a camminare.

Mentre cammini, cerca di osservare solo i luoghi, gli odori e le sensazioni che ti circondano.

Guarda davvero, annusa davvero, senti davvero ciò che ti sta di fronte.

3.) Se noti dei pensieri che si insinuano, sposta la tua attenzione sulle cose che ti risaltano, come segnali stradali, fiori, uccelli e così via.

Se vedi qualcosa che attira la tua attenzione, permettiti di guardarlo.

Non giudicare o perderti nei tuoi pensieri al riguardo, basta osservare.

4.) Mentre cammini in questo modo, inizierai a diventare più consapevole del tuo corpo e del tuo respiro.

Se senti tensione nel tuo corpo, sii gentile con te stesso e prova ad ammorbidirti usando il respiro.

Prova a respirare profondamente e fai delle belle espirazioni lunghe.

5.) Quando raggiungi la tua destinazione e mentre fai il tuo ultimo passo, pronuncia un “grazie” di chiusura in silenzio a te stesso.

Ricorda che l’idea è di renderlo senza sforzo, quindi mentre puoi prendere in considerazione tutti questi passaggi, la vera arte con questo ti sta solo permettendo di essere libero nel momento.

Una meditazione ambulante è un’ottima alternativa a una meditazione seduta regolare ed è anche un ottimo modo per liberare la mente quando ti senti irrequieto o agitato.

Provalo e vedi se funziona per te!

I nostri passi affrettati stampano ansia e dolore sulla Terra.

Se possiamo fare un passo in pace, possiamo fare due, tre, quattro e poi cinque passi per la pace e la felicità dell’umanità “. – Thich Nhat Hanh

Segui Life Live anche su Facebook??

 

error: Ora hai finito di rubare