Le persone rimangono in cattive relazioni perché non possono lasciare i loro animali domestici condivisi

Le persone rimangono in cattive relazioni perché non possono lasciare i loro animali domestici condivisi

Avere un animale domestico è come avere un figlio.
Siete passati dall’essere solo due ragazzini innamorati all’essere una famiglia.

Fino a quando uno di voi non spezzerà il cuore all’altro e  lo spazio si riempirà solo di recriminazioni e di odio.

Andresti via, dovresti andartene. Ma… c’è il cane. Non puoi lasciarlo con il tuo ex, quindi rimani, proprio come molti altri comproprietari.

Secondo un recente studio, uno dei principali motivi per cui molti di noi intrattengono relazioni sbagliate è perché amiamo il nostro animale domestico condiviso e non sopportiamo di separarci.

Per molte coppie, è troppo difficile decidere a chi dovrebbe essere affidato e non riescono nemmeno a dare l’animale in adozione.

Quindi rimangono insieme, per il bene dei loro cuori e quello del loro animale.

E questa preoccupazione è reale in quanto pare che il 14% degli animali domestici abbia bisogno di cure mediche dopo la rottura dei suoi padroni, presumibilmente per affrontare lo stress.

Solo l’11% delle coppie intervistate che si erano divise ha affermato di avere maggiori probabilità di ottenere la custodia del proprio animale domestico rispetto ai beni condivisi.

I nostri amati animali domestici non hanno mai avuto un ruolo più importante nelle nostre vite quotidiane, per questo molti proprietari restano con il loro partner al fine di evitare che il proprio cucciolo condiviso subisca effetti negativi a seguito di una rottura.

Questo per proteggere il loro benessere emotivo, anche se ciò significa sacrificare il nostro.

Resteresti in una brutta relazione per il tuo animale domestico?

 

error: Ora hai finito di rubare