I segreti della mano di Hamsa

I segreti della mano di Hamsa

Personalmente sono sempre stato affascinato dal simbolo della mano di Hamsa.

Ora vediamo il simbolo della mano di Hamsa ovunque.

Principalmente in gioielleria; collane, bracciali, anelli e orecchini.

Alcuni lo indossano perché è l’aspetto “in” del momento e altri lo indossano con la vera dedizione di essere protetti dal malocchio.

L’unico scopo di questo antico emblema è proteggerti dall’energia negativa o dalle persone che desiderano farti del male.

La persona che tiene questo emblema vicino a sé sarà protetta in ogni momento.

Il fatto che ti protegga effettivamente da qualsiasi cosa ti venga diretta non è mai stato provato da nessuno che io conosca, ma credere in un oggetto è il 99% della sua efficacia.

L’origine dell’Hamsa risale all’antica Mesopotamia (Medio Oriente) o ai giorni nostri in Iraq.

Talvolta viene chiamato “Occhio di Horus”, il Dio egiziano che vede tutto.

Questo sacro simbolo è stato considerato ed è tuttora, la mano di Dio su questa terra.

Questo Hamsa li ha aiutati a sentire la presenza di Dio intorno a loro e la protezione dalle forze negative.

Come nel cristianesimo, il simbolo della croce è uno dei profeti dell’amore e della protezione di Gesù per loro.

Il simbolo della mano di Hamsa è usato all’interno delle religioni musulmana, ebraica e anche cristiana e rappresenta lo scopo di tenere lontano il male e la negatività.

Ma anche se lo scopo del simbolo Hamsa è la protezione, hanno significati diversi nelle culture tribali.

Nella comunità ebraica, la mano di Hamsa è chiamata la mano di Miriam che era la sorella del profeta Mosè.

Nella religione musulmana, il simbolo della mano di Hamsa è la mano di Fatima o Khamsa.

L’energia principale della mano di Hamsa è femminile e rappresenta anche la Vergine Maria.

Hamsa significa entrambi la lettera Cinque in arabo ed ebraico, che rappresenta quindi le cinque dita dell’emblema.

Durante il periodo della Mesopotamia, le donne subivano molte pressioni da parte delle comunità per diventare madri.

Il simbolo è stato quindi utilizzato per incoraggiare la fertilità.

La mano di Hamsa è diventata uno strumento di protezione per prevenire i pericoli invisibili, promuovere la buona salute e le energie del male intorno alle nuove madri e al bambino.

Secondo un antico testo egiziano, il dio del cielo, Horus, spiega al suo popolo che non potranno mai sfuggire all’occhio della coscienza.

Il suo occhio onniveggente sarà sempre aperto a guardare l’attività umana.

Il dio egizio Horus, apparentemente aveva la capacità di vedere tutto dal sole e dalla luna, quindi la sua visione non si riposava mai, né di giorno né di notte.

L’occhio di Horus può anche essere tradotto nel dio del sole Ra.

Quindi, indossare la mano di Hamsa può rappresentare molte culture ma essere sempre protetto e tenere sempre lontana la negatività.

Se a uno che indossa devotamente il simbolo della mano di Hamsa viene chiesto se funziona effettivamente come protezione per loro, si presenteranno con numerosi incidenti in cui lo ha fatto.

Ancora una volta, la convinzione è tutto.

Non ci sono prove scientifiche che la mano di Hamsa stia proteggendo il male, ma alcuni giurano per la sua protezione.

Le nostre intenzioni potrebbero avere un ruolo da svolgere con il modo in cui riteniamo di essere protetti, quindi la tua definizione di ciò che temiamo è anche parte dell’equazione di quanto credi che funzioni.

I simboli che si trovano all’interno e all’esterno della mano di Hamsa sono anche un promemoria per non preoccuparti.

Perché Dio ci guarderà sempre, non importa se si sbaglia.

Quindi, ha un duplice scopo di scongiurare il male e ricordarci che siamo sempre curati dai poteri superiori.

Un tipo di assicurazione metafisica di protezione costante.

Segui Life Live anche su Facebook ???

error: Ora hai finito di rubare