Gli scienziati affermano che quando sogniamo, potremmo entrare in universi paralleli

Gli scienziati affermano che quando sogniamo, potremmo entrare in universi paralleli

L’uomo ha cercato di risolvere il mistero dei sogni da tempo immemorabile

Stiamo tutti cercando il loro vero significato per capire cosa la nostra mente sta cercando di dirci o se sono oltre le nostre menti.

Ci sono state persone che hanno sognato eventi futuri e a volte troviamo un significato nei sogni che sfugge alla nostra attenzione.

Tutto ciò ci fa pensare tutti, in un modo o nell’altro, se i sogni sono una finestra su un universo alternativo.

Questo spirito generale di indagine sui sogni non è una caratteristica dei ricercatori moderni.

Esisteva anche al tempo dei nostri antenati, come possiamo trovare nei testi antichi che greci e romani che credevano che i sogni fossero il modo in cui gli dei comunicavano con i mortali. I cinesi pensavano invece che i sogni fossero un portale per entrare nella terra dei morti.

Stranamente, i nativi americani e i messicani credevano che i sogni fossero il modo in cui viaggiamo in un mondo diverso.

Gli egiziani credevano fermamente che colui che poteva dare un significato ai sogni doveva essere in possesso di poteri speciali.

La stessa parola sogno ha origini molto antiche.

Grazie alla ricerca e della scienza moderna, oggi sappiamo che i sogni sono ciò che ci passa per la mente quando dormiamo.

I sogni non si limitano solo alle visioni.

Possono includere altri sensi come odore, tatto, suono e così via.

In questa era della scienza, ne sappiamo molto, grazie alla tecnologia che ha permesso agli scienziati di esaminare il nostro cervello mentre dorme.

La teoria degli universi paralleli

Gli scienziati hanno cercato di individuare la posizione di molte particelle nel nostro universo ma non ne hanno trovato la fonte, nonostante questo la teoria viene sempre più accettata.

La semplice spiegazione è che le altre realtà non si adattano perfettamente a questo universo.

Pertanto, possiamo dire che esiste probabilmente un universo in cui Hitler non ha perpetrato l’olocausto, una realtà in cui i pesci possono volare e una in cui tu, lettore, non esisti.

L’idea generale è di nuovo che tu e la tua copia esistiate allo stesso tempo, ma in realtà diverse e non avete idea l’una dell’altra.

Entrambi potreste essere esattamente simili o avere enormi differenze, ma il punto è che entrambe queste persone siete voi.

Nei nostri sogni, vediamo spesso persone, luoghi di cui non abbiamo mai visto o sentito parlare e talvolta sentiamo persino cose che non abbiamo mai provato.

Tutte queste cose potrebbero farti intravedere in un universo parallelo, dove queste cose stanno accadendo e tu vai in questi luoghi e senti queste sensazioni.

Ora, non dimentichiamo che tutto ciò è puramente speculazione, ma sappiamo tutti che non c’è progresso senza speculazione, curiosità e ricerca.

È da queste speculazioni che nasce una teoria ed è da una teoria che viene trovata una prova.

La prova più importante dell’esistenza di una realtà alternativa è che ci sono elettroni che non possono essere rintracciati da nessuna parte e così via.

La teoria dei sogni è una finestra su uno di questi, o tutti questi universi paralleli, è ancora nella sua fase iniziale e ha bisogno di una ricerca approfondita.

Questa idea, ancora una volta, è nata dalla consapevolezza che il cervello umano non può inventare luoghi, volti ed immagini nei sogni, quindi queste cose devono essere passate dai nostri occhi in un universo o nell’altro.

Segui Life Live anche su Facebook  ???

 

error: Ora hai finito di rubare