4850 Volontari per la compatibilità di essere donatore, il piccolo Oscar alza il pollice per festeggiare che è libero dal cancro.

4850 Volontari per la compatibilità di essere donatore, il piccolo Oscar alza il pollice per festeggiare che è libero dal cancro.

Se vogliamo parlare di guerrieri, Oscar Saxelby-Lee, un bambino di sei anni ne è un grande esempio.

Il coraggioso bambino ha affrontato una lunga e dura battaglia con la leucemia.

Dopo due anni di lunghe visite in ospedale e severe restrizioni, il piccolo Oscar alza il pollice per festeggiare che è libero dal cancro .

Il bambino è nato a Worcester, nel Regno Unito.

Questa lotta è iniziata nel dicembre 2018 dopo che i suoi genitori hanno notato alcuni lividi sulle gambe.

Dopo diversi test, i suoi genitori Olivia Saxelby, 25 anni, e Jamie Lee, 28 anni, hanno ricevuto la sfortunata notizia che inevitabilmente ha suscitato il loro cuore.

I dottori li informarono che era necessaria una veloce corsa per trovare un donatore che gli avrebbe permesso di salvare suo figlio.

Oscar è amorevolmente soprannominato Ozzy Bear dai suoi genitori.

Da allora, i genitori hanno fatto del loro meglio per chiedere ai cittadini del Regno Unito di essere coinvolti nella ricerca di un donatore per salvare il piccolo Oscar.

Sorprendentemente, nel marzo dello scorso anno erano presenti più di 4.850 volontari alla Pitmaston Elementary School, che fungeva da centro di test.

Sotto la pioggia e sperando di salvare una vita, migliaia di persone si sono formate una dopo l’altra in attesa di essere valutate .

La raccolta del campione è stata fatta nella scuola dove frequenta il piccolo Oscar.

Per mesi la famiglia di Oscar stava lottando e implorando che qualcuno sembrasse coincidere con il trapianto di cui il bambino aveva bisogno.

Più di 10.000 persone in tutto il Regno Unito furono testate, fu finalmente trovata una corrispondenza.

Quando credevano che tutto fosse finito, la leucemia era tornata e l’angoscia era di nuovo presente.

Le persone che hanno fatto la fila hanno compilato il modulo e fatto alcuni test per determinare un donatore compatibile.

Dopo aver condotto una campagna di crowdfunding, la famiglia è riuscita a raccogliere € 600.000.

Con i fondi raccolti che lo hanno trasferito a Singapore, dove ha ricevuto un trattamento pionieristico non disponibile nel National Health Service del Regno Unito.

Oscar è stato sottoposto alla terapia CAR-T prima di ricevere un secondo trapianto di midollo osseo.

Con questa procedura, il ragazzo di soli sei anni è diventato il secondo bambino al mondo a sottomettersi ed essere vittorioso in questa terapia.

Il piccolo Oscar celebra con il pollice in alto che ha vinto questa dura battaglia.

Dopo un lungo trattamento, la madre del ragazzo ha confermato che il piccolo Oscar era fuori dall’ospedale e non aveva il cancro.

A questo proposito, commenta:

Grazie dal profondo del nostro cuore al nostro straordinario team presso il National University Hospital-NUH, hai fatto accadere miracoli!

L’esercito di Oscar e ovviamente l’incredibile Grace Kelly Chidhood Cancer Trust.

Vi amiamo tutti!

Il coraggioso Oscar ha lasciato l’ospedale ma sta ancora tornando frequentemente per le cure.

Per questo motivo, rimarrà a lungo a Singapore prima di tornare nella sua dolce casa a Worcerster, dove verrà accolto a braccia aperte e l’amore incondizionato della sua comunità.

Nel mezzo di una situazione difficile, avere il sostegno di persone che ti amano senza limiti rende la lotta non così dolorosa.

Ci sono sempre motivi per sorridere ed essere grati, essere vivi è uno di questi.

error: Ora hai finito di rubare